kalms side effects

Le squadre della serie B 2014-2015

Si avvicina l’inizio della stagione 2014/15 del campionato di calcio di Serie B che si preannuncia ancora più combattuto, emozionante ed avvincente rispetto alla seconda annata con tante squadre prestigiose ai nastri di partenza.

Confermato il format che prevede la partecipazione di 22 squadre con le prime due classificate che ottengono la promozione diretta in Serie A mentre la terza verrà decisa per mezzo dei play-off qualora non si dovesse palesare un distacco superiore ai 9 punti tra la terza classificata e la quarta alla fine della stagione regolare.

Anche le retrocessioni in Prima Divisione restano quattro con una che viene decisa tramite play out. In attesa del prossimo 15 luglio, data nella quale verranno decise le sorti di Brescia, Siena e Varese alle prese con problemi finanziari, vediamo qual è la composizione della Serie B 2014/15 o quanto meno quali sono le squadre che hanno conseguito il diritto di parteciparvi sul campo.

Le quindici squadre rimaste in Serie B dalla stagione 2013/14

Sono quindici le compagini che rimangono in Serie B rispetto alla scorsa annata.

C’è il Latina del nuovo corso targato Mario Beretta che, dopo aver chiuso l’annata al terzo posto ed aver visto sfuggire la Serie A nella finale play-off con il Cesena, si presenta ai nastri partenza con il ruolo di favorita quanto meno per il raggiungimento dei play-off.

Lo stesso discorso vale per il Modena di Walter Novellino, il Crotone di Massimo Drago, il Bari dell’ex ct della Nazionale Italiana Under 21 Devis Mangia e lo Spezia di Nenad Bjelica.

Puntano decisamente ad avere un ruolo di primo piano formazioni che hanno visto svanire i play-off all’ultima giornata come l’Avellino di Massimo Rastrelli ed il Lanciano.

Partono invece con l’obiettivo di ottenere il prima possibile una tranquilla salvezza il Trapani dell’interessante tecnico Roberto Boscaglia, il Carpi di un tecnico molto navigato come Fabrizio Castori, la Ternana di Attilio Tesser ed il Cittadella di Claudio Foscarini.

Per Brescia, Siena e Varese il discorso come detto, è molto complicato e legato principalmente a fatori di natura economica, mentre merita un discorso a parte il Pescara del presidente Sebastiani.

Sebastiani, infatti, sta allestendo una formazione molto competitiva alla cui guida ha messo uno dei migliori allenatori della scorsa stagione ossia Marco Baroni.

Le sette new entry della Serie B 2014/15

Il campionato 2013/14 di Serie A ha sentenziato, come ogni anno, la retrocessione di tre club che si vanno ad unire ai quindici presentati nel precedente paragrafo.

Tre club che, in attesa degli sviluppi del calciomercato, per storia e blasone non possono che essere inseriti tra le pretendenti per il salto nel massimo campionato nazionale.

Stiamo parlando ovviamente del Bologna dell’allenatore uruguagio Diego Lopez, del Catania di Maurizio Pellegrino e del Livorno del tecnico emergente Carmine Gautieri.

In particolar modo Bologna e Catania puntano decisamente a risalire la china per riproporsi in Serie A.

Completano il lotto delle formazioni che parteciperanno alla stagione 2013/14 di Serie B, le neo promosse Virtus Entella del tecnico Luca Prina, il Pro Vercelli guidato da Cristiano Scazzola, il Frosinone di Roberto Stellone ed il Perugia di Andre Camplone.

Author: staff

Share This Post On