kalms side effects

Le squadre della serie A 2014-2015

Saranno ancora 20 le squadre della serie A 2014-2015, nonostante la proposta federale di un ritorno a 18, che ridurrebbe il numero di gare. Il campionato partirà il 31 Agosto e sarà l’ottantatreesimo con la formula del girone unico. Le squadre sono già al lavoro nei rispettivi ritiri. Insieme alle riconfermate, al via le neo-promosse Palermo, Empoli e Cesena. E’ un campionato che ricomincia all’insegna della continuità tecnica: sono, infatti, solo 4 su 20, le squadre che hanno cambiato mister. Vediamo nel dettaglio le partecipanti e gli allenatori, ripercorrendo i piazzamenti dello scorso anno. Infine, aspettative e curiosità.

Le nuove squadre della serie A

Il Palermo torna dopo un anno nella massima serie e torna da vincitore del campionato cadetto, confermando l’allenatore Iachini. L’Empoli, invece, rimette piede in A dopo 6 stagioni di B e, come il Palermo, riparte con lo stesso allenatore, Sarri. Infine, il Cesena, vittorioso sul Latina nei play-off di B, riconferma Bisoli anche in A.

Le ultime classificate
Il Sassuolo ha concluso il precedente campionato al 17° posto; è al secondo anno consecutivo di serie A ed ha riconfermato il tecnico Di Francesco. Al 16° posto il Chievo, che si affiderà ancora a Corini, al 15° il Cagliari che, invece, cambia marcia e ricomincia con Zeman. Il Genoa, arrivato 14°, ripropone Gasperini.

Metà classifica
Tra il 13° e il 9° posto, due cambiamenti. L’Udinese, appunto tredicesima, ha scelto Stramaccioni come nuovo allenatore e la Lazio (9° posto) Stefano Pioli, mentre la Sampdoria (12°), l’Atalanta (11°) e il Verona (10°) lavoreranno con gli stessi mister, rispettivamente Mihajlovic, Colantuno e Mandolini.

Alta classifica
Il Milan, classificatosi ottavo, ha concluso l’accordo con Pippo Inzaghi, che sarà, dunque, l’allenatore del rilancio. Nessun cambio in casa del Torino (7° posto), che conferma Ventura, e del Parma (6°), che continua con Donadoni. Stabile anche la panchina dell’Inter (5°), ancora in mano a Mazzarri.

I vertici
L’anno scorso il 4° posto è stato appannaggio della Fiorentina, che ricomincia con Montella. Al 3° si è imposto il Napoli, che rimane con Benitez. La Roma, seconda, dà ancora fiducia a Garcia e, infine, la Juve scudettata, riconferma Conte.

Aspettative
Il campionato deve ancora iniziare, ma, naturalmente, già si fanno le prime previsioni. La Juve è la squadra da battere. Le più quotate per puntare a questo obiettivo sembrano essere la Roma e il Napoli. Più staccate Fiorentina, Inter e Milan. A quest’ultimo viene attribuito un certo vantaggio dovuto al fatto che, non dovendo partecipare alle coppe, potrà concentrasi di più sul campionato.
Siamo, comunque, nel campo delle ipotesi. Altre variabili andranno ad incidere sui futuri equilibri. Tra queste, nuove manovre del calcio- mercato, che, alla conclusione dei Mondiali, potrebbe riservare altre sorprese.

Curiosità
Delle 20 regioni italiane, solo 11 sono rappresentate dalle squadre al via. Totalmente assenti: Valle d’Aosta, Trentino, Marche, Umbria, Abruzzo, Molise, Baslicata, Puglia, Calabria.

Author: staff

Share This Post On